• Tradizione
    Ricerca
    Innovazione

TRADIZIONE

Da generazioni i Bafaro producono da sé il vino che bevono, senza mai disdegnare la degustazione della novità e dell’ignoto. Vini esotici, innovativi esperimenti e inusitati accosta menti fanno parte della quotidianità.

RICERCA

La produzione dell’ archo-vino Acroneo è frutto di uno studio acccurato delle fonti letterarie, iconografiche e archeologiche. Ogni aspetto è curato nei minimi dettagli, per ricostruire il processo di vinificazione antico, si tratta di archeologia sperimentale.

INNOVAZIONE

Il design delle anfore usate è unico, non si trova in commercio, perchè frutto di mie personali ricerche, che fondono le caratteristiche delle anfore del passato, al fine di creare una forma che dia il massimo risultato, durante le fasi di fermentazione e affinamento del vino.

LA NOSTRA AZIENDA

Da generazioni i Bafaro producono da sé il vino che bevono, senza mai disdegnare la degustazione della novità e dell’ignoto. Vini esotici, innovativi esperimenti e inusitati accostamenti fanno parte della quotidianità. Rosso, Bianco e di qualsiasi altra tipologia sia ciò che accomuna le generazioni della nostra famiglia è la ricerca dell’uva migliore, della “ricetta” più segreta e del sapore unico. É in questo contesto, in un panorama internazionale, dove il vino di nicchia ha ormai ritagliato i suoi spazi vitali, che si è deciso di creare quello che per noi è l’emblema dell’eccellenza, l’apice della ricerca storica in ambito enologico. Francesco Gabriele Bafaro, archeologo di carriera, viticultore per vocazione, è ideatore e fondatore di quest’azienda archeo-enologica. Tale struttura a conduzione familiare, tuttavia, non potrebbe fare a meno di elementi portanti quali Raffaele Bafaro, esperto da decenni nel campo della vinificazione. Maria Fusaro addetta alle pubbliche relazioni e all'organizzazione degli eventi riguardanti la nostra azienda. Un calice del vino Acroneo, che sia Arkon o Elektron vi donerà la gioia di una serata tra amici, il calore familiare e il brivido della leggenda. La vera vocazione del vino Acroneo è di essere nato dal mito e consegnato alla modernità grazie alla riscoperta di tecniche ormai remote.

vino arkon acroneo

ARKON VINO ROSSO

Il vino Acroneo Arkon vinificato e affinato in anfora per sei mesi presenta un colore ros- so rubino. I profumi sono molto complessi e caratterizzati da sentori di frutti a bacca nera su un fondo speziato. Al gusto è potente e ar- monioso, caratterizzato da tannini vellutati ed eleganti e da un finale lungo e persistente.

Nome del Vino

Acroneo Arkon

Uve

Gaglioppo 80% ; Guarnaccia nera 20% Zona di produzione: San Demetrio Corone (Calabria Italia)

Altitudine del vigneto

350 mt slm

Sistema di allevamento

Cordone speronato Epoca vendemmia: Prima decade di ottobre Grado alcolico: 13%

Nel Vigneto

Pratica della agricoltura biologica.

Vinificazione

Macerazione in anfora di terracotta interrata; fermentazione in anfora di terracotta interrata.

Affinamento

In anfora interrata, per sei mesi; successivo affinamento in bottiglia. Temperatura di servizio: 16 – 18 C Abbinamenti:Primi corposi, carni rosse, arrosti, agnello, cacciagione, formaggi stagionati.

Esame visivo

Rosso rubino

Esame gustativo

Al gusto è potente e armonioso, caratterizzato da tannini vellutati ed eleganti e da un finale lungo e persistente. Esame olfattivo: I profumi sono molto complessi e caratterizzati da sentori di frutti a bacca nera su un fondo speziato

vino acroneo tempesta

TEMPESTA VINO ROSSO

Il vino Acroneo Tempesta vinificato e affinato in anfora per sei mesi presenta colore rosso rubino con riflessi granato. I profumi ricordano la ciliegia e i frutti a bacca rossa, accompagnati da accenni speziati e di radice di liquirizia. Al gusto si caratterizza per la corposità e il tratto deciso e pieno di carattere che contraddistingue questo vino dagli antichi sapori.

Nome del Vino

Acroneo Tempesta

Uve

Mantonico nero 100%

Zona di produzione

San Demetrio Corone (Calabria Italia)

Altitudine del vigneto

350 mt slm

Sistema di allevamento

Cordone speronato

Epoca vendemmia

Prima decade di ottobre

Grado alcolico

12%

Nel Vigneto

Pratica della agricoltura biologica.

Vinificazione

Macerazione in anfora di terracotta interrata; fermentazione in anfora di terracotta interrata.

Affinamento

In anfora interrata, per sei mesi; successivo affinamento in bottiglia.

Temperatura di servizio

16 - 18 C°

Abbinamenti

Formaggi stagionati, carni rosse alla piastra, carni bianche con spezie varie.

Esame visivo

Rosso rubino

Esame gustativo

È un vino elegante, equilibrato, di buona intensità, armonico. L’ingresso in bocca è diretto secco, avvolgente, buona sapidità, mediamente tannico con una spiccata acidità

Esame olfattivo

Al naso presenta una bella speziatura, un ventaglio olfattivo molto intrigante che va dal chiodo di garofano al pepe nero.

vino di raffaele

VINO DI RAFFAELE

Il vino di Raffaele vinificato e affinato in barriques di rovere francese presenta un colore rosso rubino intenso. Caratterizzato da profumi di piccoli frutti a bacca nera su un tappeto di gradevoli note di fiori. Al gusto si caratterizza per il tratto armonioso e la piacevolezza.

Nome del Vino

Vino di Raffaele

Uve

Gaglioppo 80%; Mantonico nero 20%

Zona di produzione

San Demetrio Corone (Calabria Italia)

Altitudine del vigneto

350 mt slm

Sistema di allevamento

Cordone speronato

Epoca vendemmia

Prima decade di ottobre

Grado alcolico

13,5%

Nel Vigneto

Pratica della agricoltura biologica.

Vinificazione

Macerazione delle uve a temperatura controllata per 10 giorni; fermentazione in barrique.

Affinamento

In legno; in barriques; successivo affinamento in bottiglia.

Temperatura di servizio

16 - 18 C°

Abbinamenti

Eccellente con tutti i piatti, ideale per carni rosse, selvaggina e formaggi di media stagionatura.

Esame visivo

Rosso rubino con sfumature porpora.

Esame gustativo

Caldo e ben strutturato, richiamando le note fruttate, persistente, dal finale speziato.

Esame olfattivo

Fruttato con note speziate.

vino bianco elektron

ACRONEO ELEKTRON Vino Bianco

Questo vino è fuori da ogni schema di categorizzazione moderna. La produzione del bian- co Acroneo Elektron segue un antico procedi- mento che genera naturalmenteriflessi ambrati. Tutta l’emozione di un remoto e mitologico passato in un calice di vino.

Nome del vino:

Acroneo Elektron

Uve

Greco bianco 80% ; Malvasia bianca 20%

Zona di produzione

San Demetrio Corone (Calabria Italia)

Altitudine del vigneto

350 mt slm

Sistema di allevamento

Cordone speronato

Epoca vendemmia

Prima decade di ottobre

Grado alcolico

12,5%

Nel Vigneto

Pratica della agricoltura biologica.

Vinificazione

Macerazione in anfora di terracotta interrata; fermentazione in anfora di terracotta interrata.

Affinamento

In anfora interrata, per dodici mesi; successivo affinamento in bottiglia.

Temperatura di servizio

10 - 12 C°

Abbinamenti

Ottimo con la frutta secca, la pasticceria che fa uso di miele e creme, oltre ai formaggi stagionati.

Esame visivo

Colore Ambra con riflessi dorati.

Esame gustativo

Al gusto, le note dolci e i rimandi d’arancia candita e miele trovano il giusto contrappunto in una piacevole acidità che ripulisce il palato e affianca la lunga persistenza.

Esame olfattivo

Ampio ventaglio di profumi mielosi, di fiori bianchi appassiti e frutta secca.

LE ANFORETTE ACRONEO

Dai segreti della storia ecco per voi le nostre piccole anfore. Realizzate a mano singolarmente ognuna come un piccolo gioiello. La cura nei dettagli, la scelta delle crete più idonee e preziose le rende uniche per racchiudere dei vini antichi e pregiati. Tutto ciò è garantito da certificato di qualità in pergamena. Le anfore hanno una capacità di mezzo litro e possono essere riempite con i nostri vini “Acroneo” a scelta del committente. Esse sono realizzate solo su prenotazione.

vino in anfora acroneo

TERRITORIO

La Calabria è una regione che può vantare un’antichissima e prestigiosa tradizione riguardante la produzione del vino. Anticamente essa era chiamata Enotria dal nome dell’antico popolo che guidato dal re Enotro giunse dall’Arcadia diciassette generazioni prima della guerra di Troia così ci racconta Dionisio di Alicarnasso (I 11, 2-4; 12,1). L’agricoltura presso gli Enotri era già sviluppata e la vite non era assente, come dimostra il loro nome, che in greco designa il palo da vigna. Famosi nel mito erano i vigneti coltivati da quest’antico popolo in Calabria patria ancestrale del vino. Ancora durante il periodo della Magna Grecia e poi durante tutta l’era romana famosi furono i vini prodotti nel Bruttium (nome usato dai romani per indicare la Calabria). In questo territorio ricco di storia, arte, ricchezze naturali e paesaggistiche, si colloca la moderna cittadina di Acri, sede della nostra azienda sita in provincia di Cosenza. Acri che riposa adagiata su tre fertili colline, fu secondo alcuni studiosi l’antica città Pandosia, capitale del popolo degli Enotri e patria del mitico re Acroneo menzionato nel libro VIII dell’Odissea come uno dei principi che accolsero Ulisse. È proprio in onore di questa storia il nostro vino si chiama Acroneo.

LA CANTINA, FOTO EVENTI

RICONOSCIMENTI

Patrocinio della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici di Matera che attesta l’accuratezza della ricerca archeologica del progetto Archeo-Vino Acroneo

Menzione Speciale al concorso Oscar Green 2018 di Coldiretti come realtà innovativa nel settore agricolo della Calabria (Cosenza, 16 luglio 2018)

Riconoscimento speciale “Eccellenze di Calabria” alle cantine Acroneo è stato conferito durante il Premio Nazionale Vincenzo Padula 2018 XI edizione (Acri, 29/11/2018)

La Cantina Bafaro ha partecipato all'Only Wine Festival, il 27 e 28 Aprile 2019, e che ha avuto come protagoniste le migliori 100 piccole cantine "under 40" d'Italia selezionate da A.I.S.